Alla guida di un percorso comune.



ornella iavicoli russi

presidente

Docente di materie letterarie negli istituti superiori e presso la
Scuola di Specializzazione per l'Insegnamento Superiore.
Nel 2012 ha riunito allievi, amici e parenti nella Fondazione Luciano Russi per mantenere viva la sua opera scientifico-culturale.

    Fabrizio Masciangioli

    vice-presidente

    Giornalista Rai, ha diretto il Master di Giornalismo dell'Università di Teramo. Nello stesso Ateneo ha insegnato Comunicazione Politica e Storia del Linguaggio Politico. Ha pubblicato saggi sul giacobinismo italiano e sulla crisi di fine Settecento in Abruzzo.

      Franca De Leonardis

      consigliere

      Dottore di ricerca in Pensiero politico e Comunicazione nella storia, ha insegnato Storia delle Dottrine Politiche nell'Università G. d'Annunzio. Vincitrice nel 2006 del concorso Anna Maria Battista, attualmente è rappresentante regionale nel Consiglio di Amministrazione della Fondazione Brigata Maiella.

        luciano d'amico

        consigliere

        Ordinario di Economia Aziendale, dal 2013 è Rettore dell'Università di Teramo. Presidente della Società Italiana di Storia della Ragioneria, collabora con le maggiori riviste di economia aziendale. È anche Presidente di Tua, la società regionale di trasporto pubblico.

          "il maestro contemporaneo, lungi dall’essere una guida,
          è un intellettuale che si propone come momento
          di una comune ricerca.
          Il vero maestro conosce i tempi dell’attesa, sa rivelarsi nel tempo
          a poco a poco e perciò non trascina il discepolo verso di sé,
          non lo seduce per la propria esemplarità.
          Si limita a suscitare domande,
          che il discepolo non può fare a meno di rilanciare,
          per aprire territori nei quali finiscono per ritrovarsi
          e per riconoscersi"

           

           

           

           

           

           

           

           

          Le parole degli altri.

          Era una persona straordinaria. Ci siamo frequentati molto a Teramo, quando ho insegnato lì per due anni. Poi ci siamo frequentati anche a Roma, quando passò alla Sapienza…..spesso mangiavamo insieme e parlavamo di cultura. Una volta
          mi disse che gli piaceva molto
          la mia canzone Il lanciatore di coltelli,
          un testo in cui si parla del rapporto tra le diverse generazioni. Gli piaceva tanto che
          la inserì in un piccolo audio-libro fra
          le sue poesie dedicandola a sua moglie.

          ROBERTO VECCHIONI

          Cantautore e scrittore
          Aveva una spiccata sensibilità che poteva stupire chi era aduso ai modi fermi  e decisi  da lui assunti nei suoi ruoli accademici.
          Chi lo conosceva meglio, sapeva però che
          il suo amore per la poesia si sposava con
          la finezza delle sue analisi scientifiche,
          oltre che con il suo intemerato amore per
          la vita e per avventure decisamente lontane dal compassato mondo universitario.
          Anzi, sapeva che proprio da queste catturava le energie per la sua indefessa attività di Rettore, di studioso insaziabile,
          di organizzatore di cultura, ma anche
          di docente fascinoso; insomma, di persona mai banale e decisamente unica.

          ENZO BALDINI

          Università di Torino
          Ha scritto delle pagine bellissime nel rapporto fra il mondo dello sport, il mondo del calcio, il mondo della cultura, il mondo dell’Università. Ho avuto con lui un rapporto sempre positivo, segnato dall’entusiasmo che Luciano era in grado di trasferire
          in termini d’impegno, di passione, di ricerca di nuove mete…. con lui ho avuto un rapporto di amicizia basato su un feeling naturale alimentato da una predisposizione progettuale condivisa.

          GIANCARLO ABETE

          Vicepresidente Uefa
          PUOI CONTATTARCI USANDO LA FORM SOTTOSTANTE